top

Data Giorno Itinerario Dormito

04/06/05

1

sabato

Giro attorno al lago di Braies

S.Vito (Braies)

05/06/05

2

domenica

Picco di Vallandro (Durrenstein) mt.2839

S.Vito (Braies)

06/06/05

3

lunedì

Rif. Tre Scarperi - base Torre di Toblin

S.Vito (Braies)

07/06/05

4

martedì

Monte Specie (Strudelkopf) mt.2307

Pratopiazza
08/06/05

5

mercoledì Col Tondo dei Canope (Knollkopf) mt.2204 San Vigilio di Marebbe
09/06/05

6

giovedì Croda del Becco (Seekofel) mt.2810 San Vigilio di Marebbe
10/06/05

7

venerdì Rif. Fanes - Lago di Limo San Vigilio di Marebbe

11/06/05

8

sabato

Capanna Alpina - Rif. Scotoni

&

Italia - Dolomiti di Braies

04/06/05

Siamo partiti da Parma con calma e appena raggiunto il Lago di Braies facciamo a piedi l'anello intorno al lago, Mara è entrata nel settimo mese di gravidanza e quindi non potrà fare grosse camminate. Troviamo da dormire nel paese di S.Vito in un hotel dove spendiamo 32,5 euro a testa per mezza pensione.

05/06/05

Ci dirigiamo in macchina a Pratopiazza, il panorama è semplicemente stupendo e i prati colorati di giallo dai papaveri gli danno un tocco primaverile. Salgo in un'ora sulla facile cima del Picco di Vallandro, nel frattempo Mara raggiunge in Rif.Vallandro. Scendo velocemente, ci sediamo in un prato a leggere e scattare qualche fotografia.

06/06/05

Oggi la giornata si presenta più nuvolosa delle precedenti, dopo una sosta a Dobbiaco e a San Candido ci dirigiamo verso la Val Campo di Dentro. Insieme raggiungiamo a piedi il Rif. Tre Scarperi, io dopo proseguo velocemente fino alla base della Torre di Toblin, dove ammiro per l'ennesima volta la parete nord delle Tre Cime, non incontro nessuna persona. In poco più di due ore vado e torno, al rifugio non mi lascio scappare il classico strudel con panna.

07/06/05

Troppo bello Pratopiazza in questo periodo per non andarci a dormire una notte, lasciamo quindi S.Vito. Una volta sistemati nell'Hotel Croda Rossa (42 euro mezza pensione) ci prepariamo per raggiungere il Rif. Vallandro e poi la facile e breve cima del Monte Specie (Strudelkopf). La giornata è perfetta per le foto, sole, nuvolette, luce straordinaria e panorama incredibile. Ammiriamo una serie di cime che vanno dalla Croda dei Baranci alla Croda del Becco, passando dai Tre Scarperi, Popera, Croda dei Toni, Paterno, Tre Cime, Cadini, Marmarole, Cristallo, Tofane, Croda Rossa d'Ampezzo. Alla sera un bel tramonto saluta questa meravigliosa giornata.

08/06/05

L'alba mi sfugge, ci svegliamo troppo tardi. Mara è stanca ma evidentemente non abbastanza per non fare un altro giro tipo quello di ieri. Prendiamo il sentiero nr.18 e poi deviamo per raggiungere la facile e panoramica cima del Col Tondo dei Canope. Rientriamo passando dal Rif. Vallandro, anche questo giro tranquillo merita di essere fatto, la vista è paragonabile a quella di ieri. Con calma, a metà del pomeriggio, partiamo alla volta di San Vigilio di Marebbe attraversando il panoramico Passo di Furcia. Troviamo una pensione a 36 euro a testa (mezza pensione).

09/06/05

Raggiunto in macchina il Rif. Pederù saluto Mara perchè se il tempo regge cercherò di salire la Croda del Becco. Arrivo in un'ora al Rif. Sènnes e poi proseguo per il Biella e la vetta della Croda del Becco mt.2810. Croda del Becco vista dalla cima del Col Bechei DessoraC'è il sole ma allo stesso tempo il vento porta dei fiocchi di neve. La vista spazia attraverso le cime che vedevo i giorni scorsi ma da una prospettiva leggermente diversa, si vedono anche il gruppo del Sella, delle Odle e il Sass de Putia. Mi fermo sulla vetta per una ventina di minuti, non ho incontrato nessuna persona durante la salita, raggiungo Mara che nel frattempo è arrivata al Rif. Sènnes.

 

10/06/05

In macchina facciamo lo stesso tragitto di ieri, proseguiamo a piedi con calma per il Rif. Fanes. Arrivati incontriamo una coppia che alloggia nella nostra stessa pensione a cui avevamo consigliato questo giro. Insieme proseguiamo per il Lago di Limo. Durante questa escursione dedico tempo a guardare la cartina per capire le cime e programmare gite per la prossima volta, in particolare le vie di salita per il Sasso delle Dieci, Piz dles Conturines e Piz d'Lavarela.

11/06/05

Oggi è l'ultimo giorno e decidiamo di portarci in Val Badia per fare un piccolo trek e vedere i prezzi per una futura vacanza. Dopo Corvara, La Villa e San Cassiano decidiamo di guardare alcune pensioni in quest'ultimo paese. In macchina raggiungiamo la Capanna Alpina per poi proseguire a piedi fino al Rif. Scotoni, risalendo il Valun de Lagacio. Rientriamo fermandoci a mangiare al Passo delle Erbe, volevo passare da questa zona perchè prima o poi mi piacerebbe salire il Sass de Putia.

Guida alpinistica escursionistica dell'Alto Adige Orientale - A. Gadler - Panorama
I 3000 delle Dolomiti - Goedeke/Kammerer - Tappeiner
Mappa - Dolomiti di Braies/Marebbe - Tabacco nr.031
Mappa - Dolomiti di Sesto - Tabacco nr.010
Mappa - Cortina d'Ampezzo e Dolimti Ampezzane - Tabacco nr.03
Mappa - Alta Badia/Arabba/Marmolada - Tabacco nr.07